Agenda Approfondimenti

Festa dell’Europa: perché si festeggia il 9 maggio? Gli eventi e le iniziative dell’Unione europea in Europa e in Italia

perché si festeggia la festa dell'europa

La festa dell’Europa celebra la pace e l’unità in Europa. Il motto dell’Ue “Uniti nella diversità” indica come gli europei siano riusciti ad operare insieme a favore della pace e della prosperità, mantenendo allo stesso tempo la ricchezza del nostro continente fatta di diversità culturali, tradizionali e linguistiche. L’Europa ha mantenuto la pace e oggi si può vivere, viaggiare e lavorare in tutti i Paesi dell’Unione. Tuttavia oggi più che mai è necessario festeggiare. Oggi più che mai il progetto europeo si trova ad affrontare grandi sfide come le migrazioni, la sicurezza, i problemi dell’economia e la crescita dell’euroscetticismo. È indispensabile festeggiare guardando con un occhio al passato, che ci suggerisce come l’unico modo per affrontare le problematiche sia con la collaborazione e non con la divisione, affinché il nostro sguardo verso il futuro sia più saggio e carico di significato.

Dichiarazione Schuman

Perché proprio il 9 maggio? Il 9 maggio 1950 il politico e statista francese Robert Schuman presentava il piano dei cooperazione economica, ideato da Jean Monnet, cuore e parte integrante della famosa “Dichiarazione Schuman”. Ed è con la Dichiarazione Schuman che si diede avvio al processo di integrazione europea, con lo scopo di creare un’unità federale di tutti i territori dell’Europa e permettere la coesistenza pacifica fra Paesi che erano stati in guerra tra di loro. Non a caso, Schuman scelse il 9 maggio, data che segna la fine della seconda guerra mondiale con la resa incondizionata della Germania nazista.  A partire dal 1985, la Comunità Economica Europea (CEE), che riteneva fondamentale il piano Schuman per la realizzazione della cooperazione tra i Paesi e dell’integrazione stessa, decise di commemorare in questa data la Festa dell’Europa.
Il piano di cooperazione economica permise di mettere in comune le riserve di carbone e acciaio, materie fondamentali per l’economia e per l’industria bellica per creare un mercato comune, eliminando i dazi, sotto la spinta della visione funzionalista di Jean Monnet proiettato verso una solidarietà di fatto fra i Paesi fondatori (Francia, Germania occidentale, Italia, Paesi Bassi e Lussemburgo), che portò ad un’espansione economica e ad una convivenza fra gli Stati senza pericolo di nuovi conflitti.

Le iniziative dell’Unione europea, in Europa e in Italia

Quest’anno, per celebrare la festa dell’Europa, le istituzioni dell’Unione europea aprono al pubblico le porte delle loro sedi il 9 maggio a Lussemburgo e il 10 giugno a Strasburgo. Gli uffici locali dell’Unione in Europa e nel resto del mondo organizzano una serie di attività ed eventi per un pubblico di tutte le età. Il tema centrale di quest’anno è l’Anno europeo del patrimonio culturale.
Anche l’Italia partecipa alle giornate europee. A Milano il 7 maggio ci sarà la giornata dedicata all’Europa all’interno del Museo nazionale scienza e tecnologia Leonardo Da Vinci. A Torino al Consiglio regionale del Piemonte si parlerà  di Attualità della dichiarazione Schuman: per un’Europa democratica, federale e solidale. Il 9 maggio a Bologna si terrà un consiglio comunale aperto con Stefano Manservisi, Direttore generale della DG DEVCO, direzione della Commissione europea che si occupa di cooperazione e sviluppo internazionale, e Lucia Serena Rossi, Giudice della Corte di giustizia dell´EU. Invece a Roma l’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo, la Rappresentanza della Commissione europea in Italia e il Comune di Roma invitano a partecipare alla Festa dell’Europa, domenica 10 maggio dalle 10,30 alle 13,30 in Piazza a Testaccio. Mentre in Campidoglio ci sarà l’evento insieme ai due vicepresidenti italiani del Parlamento europeo, David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, la Commissaria per le Politiche Regionali Corina Creţu il Capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea in Italia Beatrice Covassi, e la Sindaca di Roma Virginia Raggi. All’evento saranno anche presenti Marcello De Vito, Presidente dell’Assemblea Capitolina e  gli europarlamentari Aldo Patriciello, Lorenzo Cesa, Simona Bonafé, Laura Agea, Dario Tamburrano, Remo Sernagiotto ed Eleonora Forenza. In occasione dell’evento verrà lanciata la campagna della Commissione europea EU&Me pensata per i giovani e per fare conoscere tutte le possibilità che derivano dall’essere cittadini europei.

Vincenzo Mosella, Daria Lavrova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *